Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Rocco Hunt lascia la musica, le reazioni dei colleghi da Gigi D’Alessio al manager: “Che succede?”

Scritto da il 17 Luglio 2019

Il post di Rocco Hunt che annuncia l’addio alla musica, per le “troppe pressioni” e la mancanza di libertà, ha scatenato un bailamme di commenti da parte dei colleghi, da Nino D’Angelo ai BoomDaBash. Persino il suo manager, Agostino “Chief” Migliore, sembra essere all’oscuro della sua decisione.

[themoneytizer id=”38717-3″]

È un vero e proprio giallo quello che circonda Rocco Hunt, che con un clamoroso post Instagram ha dichiarato di voler lasciare la scena musicale. Il rapper di Salerno ha svuotato il suo profilo di tutte le immagini limitandosi a lasciare un lungo sfogo in cui afferma di voler mollare tutto per le “troppe pressioni” e la mancanza di libertà che non gli avrebbero permesso di realizzare il suo nuovo album. Non è ancora chiaro se si tratti di un addio reale (per quanto potrebbe non essere definitivo) o una mossa di marketing in vista di un lancio. Nel frattempo, il post ha raccolto tantissimi commenti, tra cui quelli di molti colleghi.

L’appello dei musicisti
Al messaggio di Rocco Hunt, sono apparsi esterrefatti Gigi D’Alessio, che lo ha spinto a ripensarci (“Nunn’è nu juorno bbuono.. Parlammene dimane”) e Nino D’Angelo, che ha chiesto spiegazioni, mentre i BoomDaBash – con cui Hunt duettò a Sanremo 2019 – gli hanno rivolto un appello a pubblicare il suo album: “Fratello, esci ‘sta bomba! La musica è di tutti e tutti hanno bisogno della tua musica”. Hanno commentato anche Benji e Fede e Francesco Facchinetti.

[themoneytizer id=”38717-1″]

 

Il commento del manager

Ancora più enigmatico, in questa vicenda, è il commento di Agostino Migliore in arte “Chief”, produttore artistico e rapper, manager dello stesso Hunt: “Ma che sta succedendo bro? Non fare così, dai che si spacca tutto”. Lui stesso, dunque, sarebbe all’oscuro della decisione del giovane artista salernitano.

Il post di Rocco Hunt
Questo il messaggio pubblicato da Hunt, cui probabilmente seguiranno ulteriori chiarimenti: “Mi hanno privato e ancora adesso mi stanno privando della mia libertà. Sono anni che continuamente vi prometto che l’album nuovo uscirà presto e per un motivo o per un altro non riesco a condividerlo con voi. Siamo cresciuti insieme attraverso la mia musica e ci siamo emozionati durante i concerti ed io mi sono sempre sentito come se fossi stato nel pubblico con voi. Ovunque sono andato mi avete fatto sentire a casa (per questo vi ringrazio) e spero che per voi sia stato lo stesso. Ma adesso non me la sento più di continuare e credo sia meglio lasciarvi con il bel ricordo che avete di me. Ho troppe pressioni e forse è arrivato il momento di mollare tutto e darla vinta a tutte le persone che vorrebbero la fine della mia musica. Ho creato tante aspettative che non riesco a mantenere. Ho sentito il bisogno di sfogarmi con voi e dirvi che per adesso mollo tutto. Purtroppo mi sembra la decisione più onesta da prendere”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Mi hanno privato e ancora adesso mi stanno privando della mia libertà. Sono anni che continuamente vi prometto che l’album nuovo uscirà presto e per un motivo o per un altro non riesco a condividerlo con voi. Siamo cresciuti insieme attraverso la mia musica e ci siamo emozionati durante i concerti ed io mi sono sempre sentito come se fossi stato nel pubblico con voi. Ovunque sono andato mi avete fatto sentire a casa (per questo vi ringrazio) e spero che per voi sia stato lo stesso. Ma adesso non me la sento più di continuare e credo sia meglio lasciarvi con il bel ricordo che avete di me. Ho troppe pressioni e forse è arrivato il momento di mollare tutto e darla vinta a tutte le persone che vorrebbero la fine della mia musica. Ho creato tante aspettative che non riesco a mantenere. Ho sentito il bisogno di sfogarmi con voi e dirvi che per adesso mollo tutto. Purtroppo mi sembra la decisione più onesta da prendere.

Un post condiviso da Rocco Hunt (@poetaurbano) in data:

 

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *